La Rua a Vicenza (tre immagini) per la festa del Corpus Domini

la Rua nacque presso i ‘Nodari’ quando questi decisero, nel 1441, 
di creare qualcosa di ben più imponente del cero che seguiva, 
assieme all'insegna della categoria (ed a quelle degli ordini,
arti e corporazioni cittadine) la processione del Corpus Domini, 
solennizzata dal Comune sin dal 1389.

Ma perché, poi, al centro del simulacro doveva stare una ruota?

Occorre ricordare che i ‘Nodari’ si dividevano in Modulanti e Vacanti: i primi, 
trecento in tutto e ripartiti in cinque sezioni, si succedevano a turno negli incarichi. 
Era stato tale periodico “giro” a richiamare il movimento della ruota, 
ed a far nascere il relativo stemma professionale. 
Concretizzatosi appunto, nella struttura del nuovo “tabernacolo”, in una sorta di piccola 
giostra girevole nel senso verticale, dotata di scanni su cui far salire alcuni bambini.